Eremo di San Salvador

← Volver

Si tratta di un edificio di una navata, con pianta rettangolare. L'interno è suddiviso in tre sezioni, mediante due archi che poggiano su pilastri in pietra e che si sviluppano in contrafforti verso la parte esterna delle facciate.

Secondo la cartografia, nel 1745 l'eremo esisteva già nella sua posizione attuale. Il vecchio calvario fu distrutto durante la guerra civile. Nel 1945 fu restaurato e il culto venne ripreso all'interno della cappella. Il calvario attuale è del 1993.

  Fino al XX secolo, i marinai hanno mantenuto accesa una lampada ad olio nella facciata, che serviva come guida per le imbarcazioni alla ricerca di ancoraggio. Da qui proviene l'olio che si può osservare sulla facciata principale, fonte del combustibile.

Questo eremo apre le sue porte il 6 di agosto per celebrare il giorno di San Salvador. Per tradizione, sono stati gli abitanti della calle de la Ermita ad occuparsi della sua manutenzione, conservando loro stessi le chiavi dell'oratorio.

L'interno è diviso in tre sezioni mediante archi a sesto acuto, che poggiano su pilastri in pietra e sostengono contrafforti nella parte esterna della facciata, che vi trasporterà tra le meraviglie di un'epoca passata.

AVISO DE COOKIES: Este sitio web hace uso de cookies con la finalidad de recopilar datos estadísticos anónimos de uso de la web, así como la mejora del funcionamiento y personalización de la experiencia de navegación del usuario. Si continúa navegando se considera que acepta nuestra política de cookies. Aceptar Más información